6

Passione Pandora

Eccomi qui, a parlarvi di un’altra delle mie passioni: i bracciali Pandora. Adoro gli oggetti che mi descrivono, soprattutto se sono gioielli,e con questo marchio ho trovato tutto ciò di cui avevo bisogno per creare qualcosa di speciale e unico. Con Pandora ognuno può creare la sua storia e fissare in un gioiello tutti i suoi momenti importanti: festa di compleanno, Natale, laurea, nascita dei figli…c’è un charm per ogni occasione! Il primo bracciale che ho composto, il più completo, è questo qui ispirato alle favole:

    

Adoro le fatine, le principesse, gli unicorni: ogni volta che lo guardo al mio polso mi fa sognare! Ho messo la corona, il libro delle favole, la sirena, due clip fiori di ciliegio (ehhh i fiori di ciliegio!), il pendente unicorno, il castello che è strepitoso, la carrozza (con una dolcissima perla in alto), il topino nella tazzina, il pendente fatina, il riccio, il bus inglese (mi ricorda la favola di Kate), l’ape regina e il principe ranocchio. Sono follemente innamorata del mondo incantato racchiuso in questo bracciale e penso che manca solo il charm ninfa per completarlo.

Proprio ieri ho deciso di iniziarne un altro, questa volta in argento brunito, ispirato al tema del mare (altra mia grande passione). Questa volta voglio inserire anche elementi in vetro oltre ai classici charms in argento…eccolo qui:

 

Guardate che intensità il turchese di quei vetri di Murano! Il pendente delfino fa parte della nuovissima collezione estiva che comprende anche la palma, l’ancora e altri bellissimi soggetti. Che bello l’occhio azzurro del pesce e il cavalluccio marino è adorabile. Queste tonalità sono tra le mie preferite in assoluto: mi rilassano e mi fanno pensare a panorami sconfinati.

Ora vi mostro il Pandora di mia mamma, io lo trovo stupendo peccato che il suo polso sia molto più grande del mio! 😁😁

  

Devo dire che i charms in vetro danno un fascino molto particolare al bracciale questi qui mi piacciono tutti soprattutto quello con i fiori di ciliegio! E poi guardate che carini i due pendenti centrali “lucky penny” e “i love my dog” ! Ha poi il gattino della fortuna, una mongolfiera, due clip “onde”, un pendente con il vestitino e uno con la scarpetta di cui è uscita recentemente la versione con i zirconi che è stupenda.

Insomma queste sono le mie creazioni ed è bellissimo sapere che magari in giro non ci sono due bracciali identici! E a voi piace Pandora? Avete creato il vostro bracciale? Aspetto le vostre foto! Baci!!!

Annunci
10

Shopping LUSH

Finalmente oggi sono riuscita a comprarmi qualche prodottino da LUSH: sono rimasta incantata! Volevo prendere una crema corpo nutriente e profumata, dopo varie prove e annusate (ahahaha), ho optato per la “sympathy for the skin”. Se ci mettete le dita dentro è soffice come una nuvola e poi vien voglia di mangiarla perché nella crema si possono vedere i semini delle banane! Ci sono solo ingredienti veri e naturali e poi l’INCI è perfetto! Il prezzo non è nemmeno eccessivamente alto, sono quasi 18€ per 240 g di prodotto, il prezzo di altre buone creme come quella de l’Erbolario. 

   

     

Naturalmente, e sapevo che sarebbe successo, non ho potuto resistere ed ho preso anche un balsamo labbra: SEGUIMI. È buonissimo, sa di miele anzi è come avere una goccia di miele sulle labbra con alla fine una rinfrescante punta di menta. Appena applicato le mie labbra si sono abbandonate ad uno straordinario senso di sollievo, era proprio quello che ci voleva dopo giornate dai climi più disparati come queste che le hanno messe a dura prova. Non è affatto appiccicoso e si stende facilmente l’unica nota dolente è il contenitore in latta e l’applicazione con le dita che non lo rende igienico nell’utilizzo on the go: sarà quindi un fedele e irrinunciabile compagno del mio comodino.

   

   

Sarà ma io non riesco ancora a smettere di annusarmi le labbra! Il prezzo qui è altino più di otto euro però, fino ad ora, posso dire che sono ben spesi. Campioncino in regalo? Lo scrub viso corpo ocean salt, con sali marini , lime e vodka: se avrà l’effetto che immagino lo comprerò nella confezione da 250 g. Per ora è tutto carissimi! Non vedo l’ora di provare lo scrub e la crema! 

2

L’Oreal Paris false lash superstar mascara

Profondamente delusa dal mascara MAC che avevo comprato qualche mesetto fa, stamattina sono andata alla ricerca di un altro prodotto che risaltasse le mie ciglia. In realtà cercavo un mascara ben preciso: il false lash mascara superstar di l’Oreal Paris…trovato!

È splendido, sono rimasta davvero soddisfatta del risultato. Consta di due parti: la numero 1 con un primer che texturizza le ciglia dando loro volume preparandole ad accogliere il pigmento ultra nero del componente numero due. I due applicatori sono fantastici: il primo è in grado di distribuirsi anche alle ciglia più irraggiungibili mentre il secondo, come un vero piegaciglia, conferisce loro una curvatura eccezionale. Mi piace tantissimo l’idea del primer perché permette davvero una stesura impeccabile e uniforme del mascara. Sono davvero molto contenta e poi l’applicazione è facilissima anche per le meno esperte come me!!!

2

Recensione “Acuto” di Carla Magnani

Voglio assolutamente condividere con voi una piacevole scoperta: il libro “Acuto” di Carla Magnani. Leggere questo romanzo è un po’ come mettersi a sfogliare l’album fotografico di un caro amico, i pezzi si mettono insieme poco alla volta e il passato  aiuta a completare e a comprendere il presente.

Elisa è la classica donna borghese abituata ad una vita placida, piena di comodità ed agi. A differenza della sorella Ester, l’ obiettivo principale della sua esistenza è stato sempre quello di eludere e rimuovere ogni “acuto” emotivo per la paura di provare troppi dolori senza comprendere però che, così facendo, rinunciava anche a grandissime gioie. L’esempio più lampante di ciò è l’amore per Marco, giovane studente di Medicina, conosciuto a Pisa nel famoso 1968, a cui lei rinuncia per soddisfare il volere di un padre molto autoritario. Sono passati molti anni ed Ester comunica ad Elisa che Marco è in fin di vita e vuole rivederla: per la prima volta allora la nostra protagonista rinuncia ad ogni sua assurda legge morale, vola in America nonostante la sua paura e vive, anche se per poco tempo, quel grande amore che si era negata.

Che dire: bello, bello , bello. Un libro davvero molto intenso, un gioiellino. Da subito vi colpirà nella narrazione come la staticità del carattere di Elisa si contrappone prima con quello della sorella Ester e poi con quello di Marco che è ambizioso, appassionato e totalmente immerso nelle lotte politiche del 1968. Il tumulto, la Vita, cercano sempre di coinvolgere Elisa ma lei non si lascia andare, almeno fino a quando non è la morte stessa a costringerla. Di certo non posso andare a criticare il carattere della cara protagonista: tutti siamo tentati di evitare il dolore, i coinvolgenti troppo forti, i disaccordi, per il bisogno di una tranquillità che ci mette sicurezza. Invidio tantissimo però Marco ed Ester con i loro ideali portati avanti fino alla fine, con il loro crederci e con la capacità di fare scelte coraggiose. Ho riflettuto davvero tanto grazie a questo splendido romanzo: la vita ci chiama sempre a delle decisioni e queste sono corrette solo se, vada come vada, alla fine non avremo alcun rimpianto. Sono ancora sul dondolo sotto al patio ad osservare Elisa e Marco durante la loro ultima passeggiata sulla spiaggia. A presto!!!

8

Recensione “Verrà il vento e ti parlerà di me”

Eccomi qui, con la recensione di un libro appena uscito: “Verrà il vento e ti parlerà di me” della scrittrice Francesca Barra. Devo dire che era da molto tempo che non mi confrontavo con una lettura così importante dal punto di vista emotivo, più volte ho pianto immersa totalmente nel racconto e sono incapace di descrivere a parole la magia che pervade l’intero romanzo. Quella dei personaggi è un’esistenza comune in un piccolo paesino della Basilicata, non viaggiano, non sono importanti agli occhi del mondo, eppure la trama della loro vita arricchisce e fortifica quella degli altri.

Teresa, cresciuta nei “sassi”, un giorno si trasferisce nella tenuta del Cavalier Torrenova, dove il padre aveva trovato impiego come giardiniere. Proprio qui riesce a far breccia nel cuore di Mimì, figlio del proprietario, e tra i due nasce una meravigliosa storia d’amore che ricorda proprio, come dice Teresa, quella di Cenerentola: da serva che era, infatti, la ragazza diventa la padrona di casa e una delle persone più influenti del paese. Dalla loro unione nasce un’unica figlia, Domenica, che non sarà mai in ottimi rapporti con la madre perché vorrebbe tutte per sé le attenzioni di Mimì. Domenica un giorno porta a casa Antonio, ragazzo pieno di sogni, che verranno spezzati proprio da Don Mimì e i due si sposano mettendo al mondo quattro figli: Massimo, Mary, Caterina e Mimmo. Caterina è quella che instaura un legame speciale con la nonna, è la nipote che le somiglia di più e diventa erede dei suoi valori, della sua straordinaria storia e del suo sogno di non abbandonare mai quella terra. Attraverso squisite ricette, dettatele dalla nonna in un caldo Agosto e appuntate in una vecchia agenda, viene raccontata la storia di Teresa e, parallelamente quella di Caterina, sullo sfondo di una terra la cui luce riesce a pervadere ogni pagina del libro.

All’inizio pensavo che non sarei riuscita a immergermi totalmente nel racconto, mi sentivo diversa dai protagonisti in quanto non conosco la Basilicata, la mia famiglia non è così unita e non sono nemmeno una studentessa fuori sede. Invece poi ho addirittura trovato delle affinità con Caterina: lei è nata il 24 Settembre io il 28 tutte e due con il cordone ombelicale attorno al collo e tanti capelli neri in testa, Caterina compila innumerevoli liste proprio come me e poi anche lei, confrontandosi con la società moderna, percepisce il disagio di vedere che a certe piccole ma preziosissime cose non si attribuisce più alcun significato. Teresa poi è appena entrata a far parte della mia lista “personaggi preferiti dei libri”: adoro la sua forza, il suo carattere magnetico e soprattutto il suo essere indispensabile e profondamente amata da Mimì, bellissimo il pezzo in cui lei chiede a Dio di farli incontrare di nuovo nell’aldilà. Sono rimasta totalmente affascinata dalla favola della sua esistenza e dall’impatto che essa ha avuto sui suoi cari.

Se avete voglia di confrontarvi con una storia che ha il sapore delle cose buone di un tempo e di riflettere su quanto sono preziose le nostre radici ,questo libro fa per voi. Io lo promuovo con ottimi voti e sono sicura che, una volta terminato il romanzo, mancheranno anche a voi i suoi personaggi. A presto!

4

Wish list prodotti “Lush”

Mi stavo facendo un giretto sul sito “Lush” incuriosita dai commenti positivi di molti su questi prodotti. Beh: mi è venuta l’acquolina in bocca! Adoro i prodotti per il corpo, soprattutto le creme idratanti ,e vorrei fare qualche acquisto però, visti i prezzi, ho paura di sbagliare. Mi intrigano molto la “Karma Kream” e la “Sympathy for the skin” ma anche il balsamo corpo “african paradise”. Per quanto riguarda i prodotti labbra voglio assolutamente prendere “baciami” e “seguimi”… Voi che dite? Cosa ne pensate di questi prodotti? Sono davvero portentosi come dicono tutti? Lasciatemi i vostri commenti!!! A presto!