Recensione “Acuto” di Carla Magnani

Voglio assolutamente condividere con voi una piacevole scoperta: il libro “Acuto” di Carla Magnani. Leggere questo romanzo è un po’ come mettersi a sfogliare l’album fotografico di un caro amico, i pezzi si mettono insieme poco alla volta e il passato  aiuta a completare e a comprendere il presente.

Elisa è la classica donna borghese abituata ad una vita placida, piena di comodità ed agi. A differenza della sorella Ester, l’ obiettivo principale della sua esistenza è stato sempre quello di eludere e rimuovere ogni “acuto” emotivo per la paura di provare troppi dolori senza comprendere però che, così facendo, rinunciava anche a grandissime gioie. L’esempio più lampante di ciò è l’amore per Marco, giovane studente di Medicina, conosciuto a Pisa nel famoso 1968, a cui lei rinuncia per soddisfare il volere di un padre molto autoritario. Sono passati molti anni ed Ester comunica ad Elisa che Marco è in fin di vita e vuole rivederla: per la prima volta allora la nostra protagonista rinuncia ad ogni sua assurda legge morale, vola in America nonostante la sua paura e vive, anche se per poco tempo, quel grande amore che si era negata.

Che dire: bello, bello , bello. Un libro davvero molto intenso, un gioiellino. Da subito vi colpirà nella narrazione come la staticità del carattere di Elisa si contrappone prima con quello della sorella Ester e poi con quello di Marco che è ambizioso, appassionato e totalmente immerso nelle lotte politiche del 1968. Il tumulto, la Vita, cercano sempre di coinvolgere Elisa ma lei non si lascia andare, almeno fino a quando non è la morte stessa a costringerla. Di certo non posso andare a criticare il carattere della cara protagonista: tutti siamo tentati di evitare il dolore, i coinvolgenti troppo forti, i disaccordi, per il bisogno di una tranquillità che ci mette sicurezza. Invidio tantissimo però Marco ed Ester con i loro ideali portati avanti fino alla fine, con il loro crederci e con la capacità di fare scelte coraggiose. Ho riflettuto davvero tanto grazie a questo splendido romanzo: la vita ci chiama sempre a delle decisioni e queste sono corrette solo se, vada come vada, alla fine non avremo alcun rimpianto. Sono ancora sul dondolo sotto al patio ad osservare Elisa e Marco durante la loro ultima passeggiata sulla spiaggia. A presto!!!

Annunci

2 thoughts on “Recensione “Acuto” di Carla Magnani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...