Il fascino “corale” dei tifosi romanisti

Lunedì sera, a Tiki Taka, si è verificato un acceso dibattito sulla questione delle radio romane. Carlo Freccero ha dichiarato che sono “uno degli elementi più pericolosi che ci sono a Roma” seguito da Francesca Brienza, noto volto di Roma Tv, la quale ha affermato che “è impossibile pensare che non siano incisive e non indirizzino gli argomenti e i problemi. Infatti uno dei motivi per cui nasce Roma Radio è proprio per far voce alla realtà di quello che accade a Trigoria”. C’è da dire che già nel 2013, da una ricerca condotta monitorando le principali emittenti romane, era emerso che sono oltre 700 mila i tifosi che ogni giorno si sintonizzano sulle varie frequenze per avere notizie sulla loro squadra del cuore e che a Roma, sapendosi destreggiare bene con la manopola della radio, si può sentir parlare della squadra giallorossa per tutte le 24 ore della giornata. Personalmente ritengo che il calcio sia un fenomeno mediatico oltre che sportivo e trovo che tutte le discussioni e le chiacchiere che lo circondano, vadano ad aumentare il suo fascino. Cosa sarebbero le domeniche se il calcio finisse allo scadere dei novanta o poco più minuti della partita? Come ha detto Pierluigi Pardo ieri mattina a Centro Suono Sport ” le radio romane sono un mezzo di sfogo per i tifosi e un modo per esprimere il loro amore. Ciò può creare tensioni ma lo scudetto lo vinci con una squadra e una società importanti. Se non hai la capacità di superare questa pressione allora c’è qualche problema.” Trovo ingiusto dare la colpa ai tifosi per il rendimento di una squadra, la mente ben allenata di un atleta deve essere in grado di sopportare tensioni anche ben più forti: le critiche negative vanno smentite con la vittoria sul campo. Questo naturalmente finché si rimane in toni “sportivi” e con la volontà di fare osservazioni volte al benessere della propria squadra del cuore. Odio quando atleti o personaggi dello spettacolo vengono distrutti dalla stampa o dai media. Bisogna sempre essere coscienti del peso delle proprie parole quando si lavora in un mezzo di comunicazione, consapevoli dell’impatto e del contributo positivo che si può dare alla società.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...