0

Perchè ho interrotto la lettura di “Lolita” di Nabokov

Ieri, con un pó di superficialità a dire il vero, ho iniziato a leggere il romanzo “Lolita” di Nabokov. Sapevo, per carità, che l’argomento trattato fosse assai scabroso ma non a tal punto. Carissimi, dopo una trentina di pagine ho interrotto la lettura, non ce l’ho fatta ad andare avanti e anzi mi hanno detto che il continuo è anche peggio! Quando lui dice di andare al parco giochi solo per vedere le “ninfette” in libertà e di eccitarsi davanti ai loro gesti innocenti come il raccogliere una biglia sotto la panchina o il riallacciarsi le scarpe… ho trovato tutto questo disgustoso e non ho potuto procedere oltre. Ho letto tantissimi libri cosiddetti “pesanti” ma il quantitativo di pagine o lo stile qui non c’entrano niente, è il tema che mi sconvolge, su queste cose sono molto sensibile e devo dire che mi fanno paura si, proprio paura. Ecco quindi un’altra delle mie letture interrotte, il leggere mi deve dare sensazioni piacevoli e grandi emozioni ma non schifo, proprio non ci sono riuscita perdonatemi!

Annunci
1

“Il delfino” Sergio Bambaren

Oggi ho letto tutto d’un fiato questo meraviglioso libro di Sergio Bambaren, autore che praticamente adoro. Daniel Alexander dolphin non è un delfino come tutti gli altri. A lui non sta bene vivere solo per pescare protetto dalla sicurezza della laguna ma vuole realizzare il suo sogno, vuole trovare “l’onda perfetta”. Passa quindi le sue giornate a perfezionare la tecnica per cavalcare le onde, nonostante tutti i membri del branco lo deridano, e un giorno dà ascolto alla voce del mare che lo spinge a intraprendere un’avventura fantastica e a prendere il largo: riuscirà Daniel Dolphin a realizzare il suo sogno?

Arriva un momento nella Vita in cui non rimane altro da fare che percorrere la propria strada fino in fondo. Quello è il momento di inseguire i propri sogni, quello è il momento di prendere il largo, forti delle proprie convinzioni.

Questo libro ci insegna che per realizzare i propri sogni ci vuole coraggio. Quante volte abbiamo avuto un’idea e la paura ha preso il sopravvento. Ma non potremo realizzare il nostro destino fino a quando non daremo fiducia alla voce del nostro cuore e, con coraggio, prenderemo il largo; solo allora realizzeremo il vero scopo della nostra esistenza.

per trovare il vero scopo della sua Vita Daniel Dolphin doveva lasciarsi alle spalle tutto ciò che avrebbe potuto limitarlo

Vi consiglio davvero questo libro, fa riflettere e ci spinge a realizzare i nostri sogni. A presto!!!

il delfino

5

sono una lettrice!!!

sono una lettrice. Si una lettrice, posso finalmente dichiararlo con sicurezza. Fino a qualche tempo fa infatti mi sentivo davvero in colpa nei confronti dei libri: li amavo, ne compravo a bizzeffe ma spesso abbandonavo la lettura di quelli che proprio non mi prendevano che, quindi, rimanevano a metà. Erano proprio questi libri rimasti a metà che mi davano quel grandissimo senso di colpa perché ho sempre considerato il lettore vero come colui che non abbandona fino alla fine il libro che sta leggendo. Io quindi mi sentivo davvero un disastro! Ho quindi voluto fare delle ricerche, un piccolo sondaggio tra coloro che leggono libri e anche tra coloro che li scrivono per scoprire, così, che nella categoria di “lettore” non rientra una figura specifica. Ci sono quelli che leggono di tutto, quelli che leggono solo un determinato genere, chi ha mille libri in lettura sparsi per la casa e chi invece ha un unico libro che legge fino all’ultima pagina. Noi lettori siamo tantissimi e tutti diversi sapete perché? Perché la lettura fa parte di noi, di chi siamo, riflette la nostra unicità e ognuno ha il suo peculiarissimo modo di rapportarsi con il libro: è fantastico ed affascinante, liberatorio anche. Io sono una di quelle che legge più libri contemporaneamente, che se un libro non le piace non riesce proprio a finirlo e che alterna momenti di voracità indicibile a lunghi silenzi letterari. Sono così ma amo tantissimo la lettura, adoro perdermi tra le pagine di un libro e credo che proprio questi aspetti siano quelli che mi rendono una lettrice in piena regola. E voi che lettori siete? A presto!